Pop-Corn Day #8: Elysium

Buongiorno!

Ma quanto ci piace parlare di cinema?

TANTISSIMOOOOOOO!

Dovete sapere che quando sono andata a vivere insieme a mio marito, la prima cosa che abbiamo acquistato è stato uno schermo di cinquanta pollici!

Il cinema è da sempre la mia passione!

Di quale film vi parlerò oggi?

Ma di Elysium!

Un film di fantascienza del 2013, scritto e diretto da Neill Blomkamp, ambientato in un mondo distopico che dovete assolutamente vedere 😉

Personalmente devo dirvi che, sebbene non rientri nella mia TOP TEN, ho molto apprezzato questo film, in quanto parla di una realtà e di una problematica che, seppur estremizzata, rispecchia ciò a cui stiamo andando incontro.

TRAMA:
Nell’anno 2154, esistono due classi di essere umani: i benestanti che vivono su una incontaminata stazione spaziale costruita dall’uomo e chiamata Elysium, e il resto della popolazione che vive in un sovrappopolato e disastrato pianeta Terra. Le persone sulla Terra sono disperate e vorrebbero fuggire dal crimine e dalla povertà dilaganti. Inoltre, hanno un drammatico bisogno di cure mediche disponibili soltanto su Elysium. Purtroppo, ad Elysium le leggi anti-immigrazioni e le forze in atto per preservare il lussuoso stile di vita dei propri cittadini sono ferree. L’unica persona che ha qualche possibilità di portare equilibrio tra questi due mondi è Max (Matt Damon), un uomo ordinario con un disperato bisogno di entrare ad Elysium. Con la vita appesa ad un filo, Max dovrà suo malgrado affrontare una missione pericolosissima che lo vedrà ostacolare il Segretario di Elysium Delacourt (Jodie Foster) e le sue forze armate. Eppure, se Max riuscirà a trovare un varco, potrebbe non soltanto salvare la propria vita ma anche quella di milioni di abitanti del pianeta Terra.

Elysium - Citazione

《Che cosa mi avete fatto?》
《Ti abbiamo dato una speranza!》

Cit. ELYSIUM

Elysium - Graphic Novel1

L’idea di un mondo perfetto, separato dalla Terra, si basa su un’ipotesi reale formulata negli anni Settanta e ripresa dal regista Blomkamp che ne ha fatto una “stazione spaziale a forma di ciambella”, come la chiama lui.
Prima di accettare il ruolo, Damon e Blomkamp hanno preso un caffé insieme. E quando il regista ha tirato fuori una graghic novel, disegnata di suo pugno, che illustrava nel dettaglio il mondo di Elysium così come l’aveva immaginato, l’attore non ha avuto più dubbi e si è imbarcato nel progetto. Per assumere le caratteristiche fisiche di Max, dall’aspetto imponente e muscoloso al taglio rasato, Matt Damon si è rivolto al suo personal trainer, gli ha mostrato una foto esemplificativa del personaggio senza camicia, fornita dal regista stesso, e ha sfidato l’allenatore: “Fammi diventare così”. Elysium-poster2
Il film è stato girato soprattutto a Città del Messico, che fa le veci di Los Angeles nel 2154, e a Vancouver, che fa le veci di Elysium.
Il costume di HULC, l’esoscheletro biomeccanico che Max indossa e che gli conferisce abilità sovrumane, ha richiesto otto mesi di ricerca e sviluppo e 75 revisioni. Il risultato finale è “un’armatura” di finto metallo, costruita con un materiale superleggero e un peso di 11 chili distribuiti su tutto il mio corpo, che permetteva una mobilità del 100%.

Insomma, un protagonista da urlo, una missione da compiere, emozioni, adrenalina. Gli ingredienti ci sono tutti, e il piatto è davvero gustoso 😉

Non aggiungo altro, non vorrei rovinarvi la visione di questo film, che sono certa non tarderete a recuperare.

Vi mando un bacio Distopici Amici!

Alla prossima proiezione 😉
Bye Bye

Per darvi un’idea di ciò che vi aspetta se deciderete di guardare questo film, ecco il trailer 😉 

Leggere Distopico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto