"83500" di Michela Monti

Buongiorno, vi avevo detto che stavamo per tornare super attivi e infatti eccomi qui con una nuova recensione 😉

Oggi vi parlo di “83500” di Michela Monti, edito dalla Triskell Edizioni.

Foto ebook

TRAMA

ReBurning Prison, carcere di massima sicurezza, anno 2020 circa. Melice Redding è una condannata a morte, ma non ricorda il perché. La causa dell’amnesia è la separazione da sua figlia appena partorita e per questo Mel entra in stato di shock.
Grazie a Gabriel uscirà dalla catatonia e, sempre grazie a lui, avrà la possibilità di tornare indietro, prima che il crimine per cui è condannata venga commesso.
Melice viaggia nel tempo per rivivere il suo passato senza nessun ricordo dell’arresto, senza condizionamenti. Tutto procede regolarmente, fino alla notte di Halloween.

RECENSIONE

In questo romanzo ci sono elementi che ho apprezzato e altri che mi sono piaciuti meno.

Sicuramente notevole la capacità dell’autrice di tenere il lettore incollato alle pagine, non a caso ho letto il romanzo in soli due giorni. La curiosità del lettore viene stimolata pagina dopo pagina. La storia è ricca di mistero e i tasselli del puzzle distribuiti con criterio.

I personaggi principali sono ben delineati, soprattutto grazie alle profonde riflessioni che di tanto in tanto fanno chiarezza sul loro pensiero, ma –e questo è un grosso ma– ho trovato i dialoghi un pochino deludenti. Premetto che a me piace l’ironia, ma credo che in questo romanzo se ne sia abusato, facendo apparire talvolta sia i dialoghi che i personaggi più superficiali e infantili di quanto in realtà avrebbero dovuto essere, sia per l’età che per le circostanze.

Questo ovviamente è un parere personale, ricordiamoci sempre che un libro può trasmettere miliardi di emozioni diverse a seconda di chi lo legge e del momento in cui lo si legge.

A ogni modo, a parte questo, trovo il romanzo ben scritto e con un editing molto curato.

Ultima nota dolente, ma d’obbligo per noi di Leggere Distopico…

Ma la Distopia? Dov’è?

Purtroppo, a parte l’ambientazione molto marginale del carcere con “tecnologie” sofisticate, ho trovato questo romanzo più thriller che Distopico.

Una lettura sicuramente piacevole e consigliata, magari a coloro che non cercano Distopia pura 😉

Se volete tuffarvi nelle pagine di 83500 lo potete fare con un click su Amazon 😉

Leggere Distopico

Un pensiero su “"83500" di Michela Monti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto