2084. Distopia in musica con The Piano Room

Carissimi amici, oggi vogliamo sorprendervi con un’uscita davvero emozionante.

Credo di non sbagliare affermando che la musica è ossigeno per ognuno di noi. Io stessa quando scrivo, spesso mi infilo le cuffie nelle orecchie e ascolto senza sosta le tracce della mia playlist.

Ora, immaginatevi un cd ispirato a 1984 di Orwell, ma non solo!

Le quattro tracce (più tre di bonus 😉 ) che compongono quest’opera sono state ispirate da molte perle che noi Lettori Distopici adoriamo. Sentite cosa ha dichiarato l’autore, Francesco Gazzara, nella recente intervista a cura di Synpress44.

«E’ soprattutto l’impatto del cinema ispirato a 1984 che ha lasciato il segno nella mia memoria: La Fuga di Logan di Michael Anderson, Brazil di Terry Gilliam e lo stesso Orwell 1984 di Michael Radford, o ancora L’Uomo Che Fuggì Dal Futuro (THX 1138) di George Lucas fino al Blade Runner di Ridley Scott, sono tutti esempi di arte assoluta – in cui immagini e musica si combinano genialmente – scaturita da interpretazioni del 1984 sempre ricche di dettagli diversi. Anche il rock ha detto la sua in proposito e spesso è stata la musica a trasmettermi nella maniera più diretta il messaggio orwelliano: 2112 dei Rush, i due 1984 di Phillips e Rick Wakeman, Diamond Dogs di David Bowie. Il fascino del capolavoro di Orwell si rinnova in ogni epoca, dimostrando attualità assoluta. Come interpretare proprio oggi la schiacciante presenza di un Grande Fratello informatico, che raccoglie i nostri dati a tappeto rendendoci tutti sudditi con gli stessi pochi diritti sempre più a rischio? A cominciare da quello d’autore, per restare in tema».

F. Gazzara (The Piano Room) photo credit- R. Fevola

Francesco Gazzara è un compositore di musiche per il cinema e la tv dai primi anni Novanta. Ha lavorato con registi del calibro di Ferrara, Comencini e Del Monte, la sua band Gazzara è una delle colonne internazionali dell’acid-jazz, lounge e soul, mentre con The Piano Room ha voluto omaggiare il suo amore per il rock colto britannico, certo folk-prog e la musica di Canterbury. 2084 è il quarto titolo di The Piano Room, dopo The Piano Room (2006), Early Morning (2007) e Breath Feel (2009). Le tre tracce bonus contenute in 2084, in versione pianistica come sono state scritte in origine, si riallacciano proprio ai precedenti album The Piano Room.

Come potete vedere, siamo al cospetto di un professionista del mestiere che ha voluto dedicare al regno distopico, un omaggio musicale senza precedenti.
Ora vi lascio con tre piccoli assaggi di ciò che troverete in 2084 😉
E se volete saperne di più su come acquistare questo imperdibile CD, cliccate qui!
[youtube https://www.youtube.com/watch?v=TNEbc_gaf0U&w=560&h=315]
[youtube https://www.youtube.com/watch?v=Sq-8xNxT0cc&w=560&h=315]
[youtube https://www.youtube.com/watch?v=PLWQfC1ECKY&w=560&h=315]

Leggere Distopico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto