Medioevo – Elvio Ravasio

TRAMA:

Anno 2354, città stato di Vertoria.

In un’era in cui l’immortalità appartiene a una casta elitaria e le differenze sociali logorano un sistema ormai vicino al collasso, dove l’insensato uso della tecnologia portò alla devastazione geologica del pianeta, gli Antichi controllano da otto secoli il potere assoluto. Da burattinai scaltri e perversi, reggono i fili di un equilibrio sempre più precario. Manovrando governi fantoccio e soggiogando un popolo incapace di reagire, relegato ai margini di un tessuto societario ormai in cancrena.

Un efferato omicidio e un ingiustificato rapimento, innescheranno una concatenazione di insoliti eventi. Tiran, un mago di 800 anni e Ann, una giovane strega, uniranno le loro forze per rovesciare il regime, contrapponendo i propri poteri ai corpi potenziati dei biocyborg a capo dell’esercito di Vertoria. L’intervento degli Antichi cercherà di rendere vani i loro tentativi ma, l’insurrezione innescata da feroci atti di crudeltà e manipolata da poteri occulti, sconvolgerà i loro piani.

Un viaggio a ritroso nel tempo rimane l’unica possibilità per rimediare a un futuro senza futuro, ma la tecnologia che lo renda possibile non è ancora stata inventata.

Volume unico.

Leggere Distopico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto