Cinema Recensioni Senza categoria Speciali

Recensione Serie: “Future Man”.

5 ragioni per non perdere la serie tv Future Man - Wired

TRAMA

Un giovane inserviente, Josh Futturman, non ha altre ambizioni che finire il suo gioco preferito mai completato da nessun altro al mondo: Biotic Wars. Avendo finalmente superato l’ultimo livello i due personaggi principali del gioco, Tiger e Wolf, appaiono improvvisamente e reclutano Josh per salvare il mondo dal futuro mostratogli nel videogioco, che secondo i due serviva come prova di forza e scaltrezza per dimostrare di avere le carte giuste per essere il guerriero e salvatore da loro tanto ricercato. I due svelano che nei laboratori dove Josh fa le pulizie, verrà creata una cura per tutte le malattie rendendo gli esseri umani perfetti, i cosiddetti biotic. Questa cura verrà poi resa obbligatoria e chiunque si rifiuterà di prenderla verrà eliminato, creando così la stessa resistenza che, con un prototipo funzionante di macchina del tempo, manderà il videogioco da loro creato indietro nel tempo per trovare un salvatore, convinti che i videogiochi riflettano le abilità di chi ci gioca.

RECENSIONE

Future Man è una serie distopica prodotta dal 2017 al 2020, distribuita su Hulu e disponibile in Italia su Amazon Prime.

Assurda, citazionistica, paradossale, affronta la narrazione con un tocco di ironia gretta e forti contrapposizioni caratteriali.

Josh è un ragazzo che ha riposto tutte le speranze della sua esistenza mediocre in un videogioco, l’unico a non essere mai stato finito da nessun player. Lui vuole essere il primo a farcela, vuole aiutare la bella Tiger e il combattivo Wolf a sconfiggere i Biotic e salvare la razza umana.

Dopo più di tre anni di tentativi finalmente ci riesce, conclude il gioco e festeggia come ogni vero nerd. All’apice del suo momento di entusiasmo i due protagonisti del gioco si materializzano in camera sua e lo trascinano in nella loro missione, devono fermare il dottor Kronish prima che condanni l’umanità concludendo le sue ricerche.

Hunger Games' Josh Hutcherson gets goofy in violent comedy 'Future ...

Realizzata con un taglio più da sitcom che da serie scifi, Future Man è irriverente e volgare, gretta nella sua visione della realtà e brutale nell’analisi di tempi importanti come la prevaricazione e i sentimenti.

Stavi per mettere il tuo buco-ratto sul mio?

Chiamate la bocca buco-ratto?

E come vuoi chiamare il buco in cui infili i ratti?

Josh è il più improbabile degli eroi, impacciato e lontano dall’idea del predestinato incarna parte degli stereotipi su cui viene posto l’accento durante la narrazione.

Perché una donna deve vestirsi per compiacere l’occhio degli uomini? Qual’è il limite tra il dovere e la ricerca della propria felicità?

Ma le persone che giocano ai videogiochi non dovrebbero incarnare le abilità dei propri alter ego online?

No, è l’esatto contrario!

Tra viaggi nel tempo, e situazioni al limite del grottesco Future Man guarda alla nostra società con un’ironia che spesso passa in secondo piano rispetto alle forzature tragicomiche.

In un crescendo che parte dall’ammissione di Josh di trovarsi in un brutto cocktail di Ritorno al Futuro, Quantum Leap e Terminator, i tre protagonisti si evolveranno drasticamente mentre imparano che la realtà è molto diversa da quello che credevano.

Alcune delle scene sono molto borderline, da come scaricano la tensione prima delle missioni alle strisce di cocaina nel sedere, e alleggeriscono una trama che altrimenti avrebbe avuto il solito sapore amaro dell’ineluttabile.

Future Man" Operation: Fatal Attraction (TV Episode 2017) - IMDb

Wolf, che a mio modesto parere rimane il personaggio più interessante dell’intera storia, è l’ago della bilancia tra la determinazione di Tiger e l’incapacità di Josh. E’ il primo ad assaggiare la vita, a scoprire il valore delle emozioni e a comprendere che non esiste solo la morte come compagna di viaggio.

Future Man è una serie strana, servono alcuni episodi per entrare in sintonia con la storia ma alla fine sa regalare divertimento e qualche spunto di riflessione.

All’interno delle tre stagioni accadono mille cose, i protagonisti cambiano, si evolvono e non sempre entusiasmano ma a conti fatti credo che questa serie valga la pena di essere vista.

A presto

Delos

Ti potrebbero interessare anche...

1 commento

  1. dan dice:

    La prima stagione era anche accettabile.. dalla seconda mi pare: noioso.. e sembra una pubblicità , propaganda per le associazioni lgbt.. Non dico che sia per forza sbagliato. Sono per la massima libertà di espressione. Ognuno può fare la propaganda che gli pare, ma qui si esagera..
    Si assiste al “contrario” della libertà, ovvero, le serie diventano pian piano “tutte uguali”..
    Piattaforme come queste, in diverse serie, ho l’impressione che tendano a spalmare questa propaganda un pochino ovunque.. anche dove non c’entra niente.. penalizzando moltissimo la trama, la credibilità e la coerenza magari con le stagioni precendenti. Ovvero, rovinandole. lDai: non è credibile (2 personaggi addirittura” diventano improvvisamente altro.. da una stagione all’altra.
    Stanno facendo perdere la voglia di vedere qualsiasi cosa. Io ho interrotto questa come molte altre serie e non la vedrò più. Ovviamente ad altre persone questo genere farà impazzire.. Amazon e Netflix restano fra le piattaforme gestite da uomini più ricchi al mondo.. Non credo che avranno problemi economici per questo.. Però ho voluto esprimere il mio modesto parere.
    Per trovare un film nel quale non sia presente propaganda, ma sia concentrato sulla “trama” e sulla “libera espressione” bisogna tornare agli anni ’90, spesso.
    In conclusione: non serve essere contro alcuna associazione lgbt o altro.. per sentirsi presi in giro. Se una normale serie tv, e questo si ripete 1000 volte suo queste piattaforme, diventa uno “spottone” per queste o altre categorie… oppure per idee politiche, si perde il “bello” della trama, diventa tutto una pubblicità. Fra l’altro: In questo modo non rendono queste categorie più simpatiche a chi non le aveva in simpatia prima, al contrario, chi anche era simpatizzante viene talmente inondato da propaganda giornaliera che si stufa e passa dalla parte opposta.. c’è questo rischio.
    P.s: è solo il mio parere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *