Cinema

Serie TV: The Rain.

TRAMA

In Danimarca cade una pioggia catastrofica, che inizia a decimare la popolazione. Simone e Rasmus, due fratelli danesi figli di uno scienziato della Apollon, rimangono per 6 anni chiusi in un bunker costruito da quest’ultimo. Dovendovi uscire per cercare dei resti di civiltà, incontrano un gruppo di giovani sopravvissuti, e insieme partono per la ricerca attraverso la Danimarca abbandonata. Liberati dal loro passato collettivo e dalle regole della società, il gruppo ha la libertà di essere ciò che vuole essere. Nella loro lotta per la sopravvivenza, scoprono che anche in un mondo post-apocalittico c’è ancora amore, gelosia, età avanzata e molti dei problemi che pensavano di aver lasciato con la scomparsa del mondo che un tempo conoscevano.

RECENSIONE

La prima stagione ha faticato a convincermi: scelte dubbie dei personaggi e molte forzature. Ci sono un paio di scene in cui vorresti prendere i produttori e dirgli: “Guarda che non siamo imbecilli, ce ne accorgiamo che il personaggio X fa questa cosa, per far sì che muoia personaggio Y”. Però la trama sembrava davvero interessante, così sono andata avanti e devo dire che migliora, soprattutto nella terza stagione, dove iniziamo a vedere Rasmus davvero cresciuto e determinato. Ecco, lui è il mio personaggio preferito, sua sorella invece l’avrei presa volentieri a schiaffi due o tre volte.

Il fatto che sia una serie televisiva danese lo trovo un punto a favore: non ci troviamo di fronte ai soliti cliché americani e i personaggi appaiono originali proprio grazie alle loro peculiarità tipiche dei popoli scandinavi. Un po’ di dubbi rimangono sull’ultima stagione che tanto ultima non mi è sembrata, ma staremo a vedere!

Alla prossima,

Tania Dejoannon

Ti potrebbero interessare anche...

1 commento

  1. La prima stagione è carina ma, come dici, con molte forzature. Non sono riuscito a guardare la seconda stagione, eccessiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *