Distoambiente Gli Imperdibili Recensioni

Recensione: “Dark Ghost” di E. Fairwald

Bentrovati bunkeriani!

Oggi io ed il mio staff abbiamo il piacere di presentarvi la recensione di un romanzo che abbiamo letto per voi in anteprima! Si tratta del primo libro di una serie ambientata in un futuro, ovviamente distopico, che ha diversi protagonisti creati da altrettanti autori che, con bravura e inventiva hanno saputo realizzare un mondo nuovo e complesso nel quale si snodano le loro vicende. Oggi, presentiamo, appunto, “Dark Ghost” scritto dalla talentuosa Eva Fairwald che potrete trovare in prevendita a partire da lunedì 20 Settembre sino al 27 Settembre in ebook, all’esclusivo prezzo di 0,99 euro invece di 2,99 euro negli store. Inoltre vi informo che, per quanto riguarda l’edizione cartacea, sarà disponibile sia in copertina morbida arricchita da straordinarie illustrazioni ideate dalla bravissima Keri Blake con opere originali inedite, che varrà la pena acquistare a prescindere dal prezzo! Ve lo garantisco!.

Vi ricordiamo che questo è il primo libro di una trilogia, probabilmente, che si preannuncia estremamente avvincente e scoppiettante! Mi raccomando stay tuned!.

TRAMA:

COSA SEI DISPOSTO A FARE PER ABBATTERE I LIMITI IMPOSTI DALLA NATURA?

In una Terra futuristica diventata “Gaia”, sconvolta dai mutamenti climatici e da un equilibrio geo-politico diviso fra potere, fede e persone sintetiche, essere umani è sempre più difficile.

Jo Jo Nishimura, pericoloso bio-hacker, sta uscendo di prigione. Ha stretto un accordo rischioso con l’International Bureau for Brain Security ed è convinto di riprendere la propria vita da dove l’ha interrotta, ma qualcosa va storto: un’esplosione e la sua esistenza va in frantumi.

I preziosi impianti che fanno di lui il cyber-criminale più ricercato di Gaia svaniscono sotto i suoi occhi. Sta per rimetterci anche la pelle però l’intervento inaspettato di Adela, cittadina della misteriosa Nuova Eden, lo salva. Nessuno fa niente per niente: riuscirà Jo Jo a saldare il proprio debito con l’edenita?

All’Accampamento Mirage, Dex e Mike, fratelli mercenari al soldo della Global Ecological Administration, hanno una nuova missione. Tuttavia, più indagano e più la situazione si complica… fino a toccarli a livello personale.

Che cos’hanno in comune un bio-hacker in fuga, una donna con dei segreti e due mercenari con la passione per gli esplosivi?

Sei pronto a oltrepassare ogni limite?

“DARK GHOST” È IL ROMANZO N.1 DELLO STARGARDEN UNIVERSE, PROGETTO CYBERNATURE DI NARRAZIONE SINFONICA A TRE VOCI. TRE AUTORI, UNA GALASSIA DI STORIE.

RECENSIONE:

In questo primo romanzo, l’autrice, Eva Fairwald, ha il complesso quanto arduo compito di accompagnare il lettore nella scoperta del suggestivo mondo dello STARGARDEN UNIVERSE, teatro di posa nel quale i personaggi di ogni singolo scrittore ci faranno vivere le loro avventure e vicende.

Illustrazione by Keri Blake

In questo primo romanzo conosciamo il bio-hacker JO JO NISHIMURA, la sensuale ed enigmatica ADELA ed i folli MAD BROS, DEX e MIKE, fratelli e mercenari. Insieme a loro viene introdotto e descritto dettagliatamente, il fantastico e complesso mondo di GAIA, della megalopoli URBE ANCESTRALIS e dell’antica ed eterea NUOVA EDEN.

In questo tumulto di mondi ed informazioni, la scrittrice, prende per mano il lettore e con timidezza e timore lo accompagna in questa storia stupefacente, nella quale la natura più incontaminata convive con lo sfarzo di metropoli ipertecnologiche. Gli esseri umani non sono più indifesi di fronte agli eventi ma connessi attraverso una complessa rete neurocibernetica che consente una notevole amplificazione delle primitive e elementari capacità umane, portandole a dei livelli inimmaginabili e al limite della legalità.

Se da un lato il potenziamento comporta notevoli vantaggi, c’è chi dall’altro vuole capire e analizzare il rovescio della medaglia cercando di promuovere gli antichi valori perduti, insieme a un ritorno alle origini.

Cosa, ma soprattutto chi, ruota intorno a tutto questo?

L’autrice, chiamando in causa personaggi sensazionali, cerca di portarci alla soluzione di questo complesso rompicapo.

Il romanzo mi è piaciuto molto, l’ho trovata una lettura piacevole e intrigante, in quanto il lettore è continuamente stimolato da informazioni e eventi che si susseguono pagina dopo pagina a un ritmo frenetico. Inizialmente, questa quantità di informazioni e nomi mi ha gettato un po’ nel panico, con conseguente sconforto. Temevo di non riuscire a cogliere l’essenza della storia, oltre al messaggio ma…niente paura! Eva in seguito ci fornisce tutte le nozioni, tassello dopo tassello per arrivare a comporre tutto il puzzle della storia!. Lo stile dell’autrice è fluido, le vicende intriganti, narrate con grande scioltezza e capacità. La scelta di raccontare la storia dalla voce dei protagonisti è vincente, in quanto fornisce al lettore una visione d’insieme per poi raggiungere un punto di unione nel quale ogni personaggio si incontra dando vita a altre vicende. Un’altra caratteristica positiva è il complesso e affascinante world building ideato dalla scrittrice, che incanta e stupisce il lettore. Lo stupore che si percepisce è simile a quello dei bambini di fronte a un luna park. La precisione descrittiva consente una forte immedesimazione nelle vicende. Da ciò, insieme alla padronanza delle complesse tematiche scientifico- tecnologiche e della cultura orientale, si evince la grande preparazione e il grande lavoro di ricerca compiuto da Eva.

“Dark Ghost” è uno di quei libri che sa stupire, spiazzare, incantare e incuriosire il lettore che, arrivato all’epilogo, ne vuole sapere di più e non si accontenta di leggere la parola FINE. Indubbiamente è una lettura impegnativa che, se eseguita con attenzione non delude ma che anzi stimola chi intende leggerlo. Consigliatissimo!!!

P.S: Vi consiglio di visitare il sito collegato al romanzo e non solo a tutta la saga. Per quanto mi riguarda è stato un utile strumento che vi suggerisco di consultare durante la lettura: https://stargardenuniverse.com/

APPROFONDIMENTO SUL GENERE “CYBERNATURE”:

Nel cybernature viene evidenziata la continua tensione tra evoluzione tecnologica e volontà di preservare l’ambiente. Un argomento molto attuale, che forse nel nostro paese è ancora più sentito che in altri.

Siamo una nazione con una grandissima varietà di ecosistemi, nonché con una concentrazione eccezionale di opere d’arte. Eppure, tutti noi conosciamo gli ecomostri che deturpano le nostre coste, la cementificazione selvaggia che ha sotterrato i navigli progettati da Leonardo, l’abusivismo e la speculazione edilizia che affliggono l’Italia a partire dagli anni Cinquanta.

Sono tematiche che permeano la nostra cultura e che forniscono molti interrogativi sul futuro. Domande che gli autori della saga sviscerano tramite il filtro della fantascienza, con un nuovo genere: il cybernature. Il cybernature è un’evoluzione del cyberpunk, a sua volta sottogenere della fantascienza. La parola è composta dall’unione di cyberpunk + nature. Esso è distinto da tre caratteristiche principali:

  1. ll cybernature debutta nella fantascienza italiana con la trilogia “Ex tenebris, composta dai romanzi “Dark Ghost”, “Dark Eagle” e “Dark Blossom”. Questi tre libri costituiscono la prima stagione di una serie in continuo divenire.
  2. Il cybernature analizza la tensione, tipica dell’essere umano, tra la volontà di preservare la natura e la spinta verso una tecnologia sempre più invasiva. Perciò, le ambientazioni possono essere molto diverse tra loro. Per esempio, c’è la verde “Nuova Eden”, società utopica dai risvolti vagamente fantasy, ma c’è anche la grigia Fuck Town, cittadina preda di corruzione e degrado ai margini dell’imponente Urbe Ancestralis.
  3. Nel futuro da noi ideato, distinguere ciò che è cyber da ciò che è nature sarà una sfida davvero ardua. Verranno esplorati temi come l’evoluzione delle intelligenze artificiali, la possibilità di dare vita a creature biosintetiche senzienti (biosynt, come la nostra Keva) e creare impianti in grado di potenziare il fisico e le capacità cerebrali degli esseri umani. Sarà più umano un uomo che ha sostituito la quasi totalità del suo corpo con parti meccaniche, o un essere biosintetico dotato di una coscienza propria? La risposta non è affatto scontata, ma è proprio questo ad affascinarci.

Per ulteriori approfondimenti vi rimando al link dal quale ho estrapolato queste informazioni per chiarirvi tutto il complesso e affascinante mondo dello STARGARDEN UNIVERSE : https://stargardenuniverse.com/2021/02/09/fantascienza-italiana-news-nasce-il-cybernature

Valentina Meana

Ti potrebbero interessare anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *