DESTINO ZOPPO

di Arkadij e Boris Strugackij
Carbonio Editore
10 Marzo 2023

In una Mosca sommersa dalla neve, lo scrittore Feliks Sorokin riceve una convocazione dall’Unione degli scrittori sovietici: dovrà sottoporre un suo testo al vaglio di una nuova, prodigiosa macchina che stabilisce il valore oggettivo di un’opera letteraria. Sorokin si trova di fronte a un dilemma: portare alla commissione un testo mediocre che rientri nei canoni vigenti, o tirare fuori il suo manoscritto inedito, Brutti cigni, l’opera di una vita, rischiando così di finire nelle grinfie dei censori?
Il protagonista di quel romanzo segreto è uno scrittore anche lui, Viktor Banev, che fa ritorno nella sua città natale, ora sferzata da una pioggia incessante; lì conoscerà i mokrecy, inquietanti esseri dai poteri soprannaturali che si mostrano con la faccia bendata e vivono in un lebbrosario al di là del filo spinato. Invisi alla popolazione adulta, sembrano invece esercitare un’incredibile attrazione sui bambini…
Ricco e ingegnoso, ironico e commovente, “Destino zoppo” è l’ultimo romanzo che i fratelli Strugackij scrissero insieme, nel genere a loro caro dell’antiutopia. In queste pagine, dove le due storie narrate si sviluppano con un incredibile parallelismo, i maestri della fantascienza sovietica affrontano temi cruciali: la salvaguardia del futuro, il rispetto per la diversità, il difficile e nobile ruolo dello scrittore in un Paese totalitario.

di Arkadij e Boris Strugackij
Carbonio Editore
10 Marzo 2023

In una Mosca sommersa dalla neve, lo scrittore Feliks Sorokin riceve una convocazione dall’Unione degli scrittori sovietici: dovrà sottoporre un suo testo al vaglio di una nuova, prodigiosa macchina che stabilisce il valore oggettivo di un’opera letteraria. Sorokin si trova di fronte a un dilemma: portare alla commissione un testo mediocre che rientri nei canoni vigenti, o tirare fuori il suo manoscritto inedito, Brutti cigni, l’opera di una vita, rischiando così di finire nelle grinfie dei censori?
Il protagonista di quel romanzo segreto è uno scrittore anche lui, Viktor Banev, che fa ritorno nella sua città natale, ora sferzata da una pioggia incessante; lì conoscerà i mokrecy, inquietanti esseri dai poteri soprannaturali che si mostrano con la faccia bendata e vivono in un lebbrosario al di là del filo spinato. Invisi alla popolazione adulta, sembrano invece esercitare un’incredibile attrazione sui bambini…
Ricco e ingegnoso, ironico e commovente, “Destino zoppo” è l’ultimo romanzo che i fratelli Strugackij scrissero insieme, nel genere a loro caro dell’antiutopia. In queste pagine, dove le due storie narrate si sviluppano con un incredibile parallelismo, i maestri della fantascienza sovietica affrontano temi cruciali: la salvaguardia del futuro, il rispetto per la diversità, il difficile e nobile ruolo dello scrittore in un Paese totalitario.

Anno di uscita

2023