Recensione A Quiet Place 2

Bentrovati bunkeriani! Cosa bolle di buono oggi in pentola? Siccome Riccardo Muzi e Ki Ba , i nostri esperti cinefili, sono scappati insieme alle Bahamas, mi hanno lasciato il privilegio di recensire i film al loro posto!.

Scherzi a parte, non sono brava quanto loro, io, infatti preferisco rifugiarmi nei libri che davanti a uno schermo ( affermazione al quanto nerd!!!). Fregnacce a parte, oggi, sono qui per parlarvi della pellicola “A quiet place 2” . Se vi foste persi il primo capitolo vi consiglio di vederlo prima di questo, se no non ci capite niente! (oppure leggete la nostra Recensione!)

Avendo già visto il primo, non potevo perdermi, assolutamente il secondo, per cui approfittando del mio abbonamento su Amazon Prime video, dove è distribuito, ho deciso di vederlo!.

TRAMA

A Quiet Place 2, il film diretto da John Krasinski, è il sequel di una delle maggiori sorprese cinematografiche del 2018, il thriller/horror A Quiet Palce – Un posto tranquillo, di cui il regista era protagonista nel ruolo di Lee Abbott, insieme alla moglie (anche nella vita reale) Emily Blunt, e ai giovani Millicent Simmonds e Noah Jupe.
Dopo gli eventi del primo film, gli Abbot, rimasti ormai solamente in quattro – Evelyn, Marcus, Regan e il fratellino neonato – devono ancora una volta lottare per la sopravvivenza in un mondo dove il rumore è bandito, pena essere individuati e massacrati da creature aliene. Questa volta usciranno fuori dai confini della loro casa per tentare di trovare qualche altro essere umano vivo, ma durante il loro cammino si renderanno conto che i temuti mostri non sono la sola minaccia da cui stare alla larga…
Tra le novità di questo sequel, c’è da segnalare l’ingresso nel cast di nomi prestigiosi come Cillian Murhphy, descritto come un personaggio misterioso dalle intenzioni ambigue, che entra in contatto con la famiglia Abbott e Djimoun Hounsou.

RECENSIONE

Mi è piaciuto o non mi è piaciuto?

Per quanto mi riguarda è un po’ un nì. Il film non è ne bellissimo ne bruttissimo, diciamo passabile. La trama parte dove eravamo rimasti nella pellicola precedente, passando per un breve flashback da parte del regista su quello che è accaduto in precedenza, ossia come tutto è cominciato.

Questo passaggio, personalmente, mi ha un po’ spiazzata e leggermente confusa perché, subito, mi dava l’impressione che il film fosse una sorta di prequel del precedente e non una continuazione.

Puntualizzando ciò si riesce a seguire la storia come maggiore lucidità.

Complessivamente, il ritmo tiene lo spettatore ben incollato allo schermo. I momenti di tensione sono tanti e ben distribuiti nel corso del film. Gli attori sono, nella maggior parte, gli stessi della precedente pellicola con qualche aggiunta di rilievo che arricchisce ulteriormente il cast originale.

A confronto, questo secondo episodio, mi è piaciuto molto di più rispetto al primo film. Magistrale, sempre, l’interpretazione di Emily Blunt, che io adoro e dei piccoli attori che sanno calcare la scena molto meglio degli adulti!.

Apprezzabili, anche, gli effetti speciali, soprattutto nel ricreare le creature aliene che popolano la Terra e che per il loro aspetto mi ricordano molto Venom.

Complessivamente, per concludere, il film mi è piaciuto sufficientemente, ne consiglio la visione senza troppe aspettative!.

A presto!

Valentina Meana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: