Recensione: The Imperfects

The Imperfects è una serie che ha debuttato su Netflix in punta di piedi e nel giro di pochi giorni è arrivata immediatamente nella TOP 10 delle visualizzazioni.. La serie targata Netfilx è un teen fantascientifico-supereroistico, che fonde un pizzico di horror a una narrazione di cinica comicità.

Abbi, Juan e Tilda sono tre giovani affetti da rare malattie genetiche. Non hanno nulla in comune, se non l’essere pazienti del Dottor Alex Sarkov, un brillante ed egocentrico genetista, che li ha sottoposti a una terapia sperimentale.

Nati con un destino già segnato dalla malattia, tutti i pazienti di Sarkov vivono una vita normale grazie alla cure. Abbi vuole diventare ricercatrice, Juan è un giovane fumettista e Tilda canta in una band. Tutto senba andare bene, fino al giorno in cui la clinica smette di inviare il farmaco genetico che ha tenuto a bada la loro malattia. Non sapendo cosa fare si recano dal dottore che li ha salvati e scoprono, loro malgrado, di avere dei super difetti. Juan si trasforma in un chupacabra, Abbi rilascia feromoni sessuali e Tilda diventa ipersensibile ai suoni.

Non hanno superpoteri, non subito, hanno super controindicazioni. Su queste premesse, tutte mostrate nel trailer e nel primo episodio, inizia un’avventura alla ricerca di una cura. Alex Sarkov è sparito, la sua amica/collega Dottoressa Burke fa del suo meglio per aiutarli e i tre protagonisti fanno la conoscenza di altri pazienti dell’esperimento.

Con una narrazione ben bilanciata, tra comicità e momenti di riflessione, ogni episodio aggiunge alla trama un nuovo dettaglio. Misteri, colpi di scena e piccoli drammi quotidiani, danno alla serie il giusto mix per non annoiarsi mai.

Pur non essendo originalissima The Imperfects riesce a sorprendere. La carenza di grandi effetti speciali fa emergere lo spessore dei personaggi, dando una maggiore umanità alla storia. Ogni personaggio ha uno spessore narrativo e una “voce” ben definita che lo rende unico all’interno della serie. Non siamo ancora ai livelli di The Misfits o della prima serie di The Umbrella Accademy, ma le premesse sono molto buone.

In attesa della seconda stagione vi lascio il trailer della prima.

A presto

Delos

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: