Recensione The Reset #3 – L’incubo continua di Donatella Tamburini

Salve a tutti fantadistoreaders!!! Proseguiamo la nostra avventura letteraria iniziata nel 2022, con la SAGA “S” the reset scritta da Donatella Tamburini. Oggi, vi propongo la recensione del terzo volume dal titolo “L’incubo continua”. In questa presentazione non vi voglio svelare di più, solo che, anche in questo libro, Donatella ci riserva tantissime sorprese ed incredibili colpi di scena!.

TRAMA

Anno 2120
Sono passati 15 anni dagli eventi che hanno sconvolto la vita di Nicholas Bumper, brillante ricercatore dall’animo ribelle.
L’umanità sul nostro pianeta è ridotta al lumicino e solo un manipolo di scienziati fedelissimi a Philip Rehms, detto il Guercio, sta ancora lottando disperatamente per tentare di cambiare ciò che è stato.
Tutto è pronto, ma solo un’intrepida e geniale ragazzina può compiere questa impresa.
Chi è davvero l’eroina in grado di cambiare il destino del mondo?
Riuscirà in questa missione che pare davvero impossibile?

Anno 2104
La verità può avere più di una faccia ed è quello che sta scoprendo lentamente Jessie, all’indomani dell’impresa a Infinity.
I ribelli hanno vinto la prima battaglia, ma la strada per vincere la guerra è ancora lunga e in salita.
Mille volti impensabili si nascondono dietro a chi ha ideato e voluto la creazione della nuova società e lo stesso William Bumper, alla ricerca dell’ultimo erede, si trova di fronte ad un labirinto di sotterfugi ed esperimenti segreti di cui ha sempre ignorato l’esistenza.
Un altro enorme laboratorio, vero e unico scopo del progetto degli Eletti, sorge dentro Infinity e da esso uscirà la carta vincente per la creazione di un nuovo, più evoluto genere umano.
Riusciranno i ribelli a resettare in tempo tutti i Reietti e i malati rinchiusi all’interno dei tre gironi, per sventare questa ennesima, terribile minaccia che incombe su di loro?
L’incubo continua…

RECENSIONE

Dopo una partenza leggermente sotto tono rispetto ai precedenti libri, Donatella Tamburini, ricopre il lettore con colpi di scena senza esclusioni di colpi.

Una cosa che ho sicuramente imparato è che questa è la principale caratteristica di questa scrittrice. Quando il lettore, crede, finalmente, di aver capito qualcosa. ecco che Donatella rimescola abilmente le carte destabilizzandoci.

In questo terzo volume, le vicende riprendono, all’ incirca, da quelle lasciate in sospeso nel primo volume con un elemento in più, o forse, dovrei dire personaggio in più. I protagonisti, come le si ripetono in ogni libro, con almeno un elemento nuovo che lo contraddistingue, facendosi portavoce della trama e sul quale ruotano gran parte degli avvenimenti.

Gli argomenti che risaltano agli occhi ma soprattutto le tematiche trattate da Donatella sono sempre attuali e denotano nella scrittrice un notevole lavoro di ricerca oltre a capacità espositive di un certo livello. L’attenzione ed i riflettori vengono puntati sulla fertilità e sulle manipolazioni genetiche con lo scopo di creare in laboratorio individui dalle capacità superiori, sia intellettive che biologiche.

Realtà, non molto lontana rispetto a oggi, come la pandemia che abbiamo appena vissuto ed, ampiamente trattata nel primo libro.

Anche per questo romanzo lo stile dell’autrice è sempre fluido e lineare, le vicende scorrono velocemente e sono ricche di avvincenti colpi di scena che mantengono costante l’attenzione del lettore.

Ogni volume mi è piaciuto più del precedente e sino adesso la saga non mi ha assolutamente delusa.

Non mi resta che leggere l’ultimo volume, concluso il quale mi mancheranno tantissimo sia i personaggi che le vicende.

Passo e chiudo!

Valentina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: