recensione fino alla fine del mondo

Recensione: Io e te fino alla fine del mondo di Brianna Bourne

Bentrovati amanti della fantascienza e della distopia! Cosa bolle oggi nel nostro magico pentolone di proposte per voi? Come di consueto, la sottoscritta, vi propone una bella recensione (bella, poi, lo giudicherete voi, ovviamente, ma nell’articolo ci stava bene!).

Ho, quindi, il piacere di presentarvi la mia opinione su “Io e te fino alla fine del mondo” scritto dalla talentuosa Brianna Bourne (Rizzoli). Un romanzo, sicuramente, che sorprende e che si snoda nelle sue vicende in maniera del tutto inaspettata!.

Trama

Hannah Ashton, giovane promessa della danza classica, si sveglia un giorno in una Houston surreale. La città intorno a lei sembra abbandonata, immersa in un silenzio assordante, finché non si imbatte in Leo Sterling: ­rocker dall’aria misteriosa e dannata, il ragazzo più bello della scuola. Potrebbe anche essere il più bello del mondo (e non solo perché è l’unico rimasto), ma è anche troppo egoista e soprattutto troppo disastroso anche per se stesso, figuriamoci per Hannah. Avendo solo l’un l’altro, i due ragazzi esplorano un mondo senza genitori, senza amici e senza scuola e si rendono conto che possono essere se stessi invece di recitare le parti che tutti si aspettano da loro. Hannah non deve dare ogni particella di sé per apparire la perfetta ballerina da carillon, e Leo può essere più di un chitarrista inconcludente ossessionato dal rock anni ’80. Leo è un’esplosione di onestà e simpatia che attira Hannah, e Hannah fa sì che Leo pensi per la prima volta a qualcuno che non sia se stesso. Insieme condurranno un viaggio lungo le strade deserte e arroventate di un mondo dalle tinte apocalittiche, dove i pericoli si nascondono dietro ogni angolo, ma dove la forza di volontà e l’immaginazione hanno più potere che mai… Ma cos’è successo? C’è stata un’allerta meteo improvvisa, un’invasione aliena? Sono gli unici superstiti di un’apocalisse, o sono finiti dentro una realtà virtuale? O magari sono morti, e non se ne sono accorti?

Recensione Io e Te fino alla Fine del Mondo

Recensione io e te fino alla fine del mondo

Il romanzo, complessivamente, mi è piaciuto soprattutto per la sua imprevedibilità.

Di cosa parla?

“Io e te alla fine del mondo” ci racconta l’incontro di due adolescenti, Leo e Hanna che in seguito ad un risveglio turbolento si rendono conto di essere gli unici due abitanti della grande metropoli americana di Houston. I due giovani non si perdono d’animo e nel cercare altre forme di vita si conoscono.

Personaggi

Hanna è una splendida, aggraziata e dolce ragazza che sin da bambina, spinta dalla madre, pratica danza ad alti livelli e attende un’importante audizione che la consacrerà in questo campo se l’esito sarà positivo.

Leo è un giovane ragazzo scapestrato di una bellezza imbarazzante, noto a scuola come sciupafemmine e per il suo talento come musicista.

Unendo le forze, Hanna e Leo cercano di comprendere cosa sia accaduto al resto degli abitanti della città, ma soprattutto alle loro famiglie. In questo scenario post-apocalittico i due ragazzi si troveranno ad affrontare momenti difficili che supereranno egregiamente insieme per arrivare allo stupefacente epilogo.

Stile e caratteristiche

Le vicende, nel romanzo, vengono raccontate in maniera alternata dai due personaggi protagonisti.

Particolare che ho molto apprezzato perché consentono al lettore di vivere e comprendere le vicende da entrambi i punti di vista, fornendo così, una visione più ampia della trama. Lo stile della Bourne è sicuramente scorrevole, ciò che racconta è semplice, diretto ma mai banale.

Questa è una storia di rinascita, riscoperta ma soprattutto di crescita personale. I personaggi entrano nel cuore del lettore e lo conquistano grazie alle loro qualità e caratteristiche.

Le ambientazioni sono ben definite e descritte con precisione, ciò consente al lettore di immedesimarsi maggiormente nelle vicende.

Epilogo

Sull’epilogo non mi voglio sbilanciare a rivelarvi alcunché perché se no vi perdereste tutto il piacere di leggere. Vi lascio con un quesito: sarà veramente un romanzo distopico???.

Bomba sganciata!!!

Per concludere, “Io e te alla fine del mondo” è un libro leggero, frizzante, che insegna al lettore a credere nei sogni, nelle aspirazioni individuali e nelle nostre potenzialità per far valere ciò che realmente siamo.

Consigliato!.

A presto

Valentina Meana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: